AGGIORNAMENTI: Presenti quasi tutti i big e diversi ospiti a Villa Nobel

Arrivano dettagli sulla vicenda dell’allarme bomba a Sanremo all’interno di Villa Nobel, struttura che sta ospitando le radio della Mediaset e dove proprio qualche ora fa si stava tenendo una cena organizzata dalla Mediaset stessa, circa più di 300 le persone presenti. La notizia dell’allarme bomba è di alcuni minuti fa, ma adesso ci sono aggiornamenti.

Grazie a Dea Verna, giornalista di Oggi che ha comunicato alcuni dettagli ad Adnkronos in quanto testimone di quanto accaduto, siamo riusciti a sapere che alla cena a Villa Nobel erano presenti diversi ospiti, speaker delle radio, operatori del settore e quasi tutti i cantanti in gara al Festival. Ecco le parole della testimone:

“Io ero abbastanza vicina all’uscita, si è avvicinata la polizia al nostro tavolo e ha detto ‘signori, senza panico non vi spaventate ma dovete uscire’. Siamo usciti, io volevo andare al guardaroba a prendere il cappotto ma non me l’hanno permesso, e ci hanno fatto allontanare dalla villa. Lì un po’ abbiamo iniziato a capire che non era uno scherzo”. Al party, spiega, c’erano tutti i cantanti, praticamente dentro c’erano 27 big su 30. Siamo stati fatti tutti avvicinare all’uscita. Eravamo tutti infreddoliti, senza cappotto, non ci hanno detto niente. Si è capito che era un allarme bomba, ma non l’hanno specificato. Non ho visto scene di panico, non abbiamo realizzato subito bene ciò che stava succedendo”. La cena era organizzata da radio Mediaset. Dentro c’erano anche altre persone, gli speaker di radio Mediaset, Diletta Leotta, Francesco Facchinetti, altri speaker delle radio, addetti ai lavori, discografici”.

Rigraziamo la giornalista Dea Verna ed Adnkronos per i dettagli.

Fonte: Adnkronos

Vuoi conoscere gli ultimi aggiornamenti o bisogno di informazioni sui biglietti di Sanremo 2024?

Apri la nostra pagina TICKET o contattaci in privato!

Lascia un commento

Adblock Detected

Please support us by disabling your AdBlocker extension from your browsers for our website.